2019 11 27 archimovi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Mercoledì 27 Novembre ore 15 presso la Biblioteca Universitaria

In occasione del 50° anniversario dell’autunno caldo del 1969, anno di scioperi e di lotte in fabbrica e nelle piazze e della solidarietà studenti-operai, l’Associazione per un Archivio dei Movimenti organizza un dibattito sul tema

1969-2019 dall'autunno caldo ad oggi

Lavoro e diritti, conquiste e sconfitte

 

Programma

Ore 15.00-15.10 Introduzione da parte dell’Associazione per un Archivio dei Movimenti

Ore 15.15-15.30 Sindacato ieri, e oggi?

Gianni Rinaldini, presidente della Fondazione Claudio Sabattini, autore di numerosi articoli ed inchieste, è stato segretario generale della FIOM dal 2002 al 2010.

Ore 15.30-15.50 Femminismo sindacale negli anni ’70 a Genova

Paola Pierantoni , metalmeccanica e ex-sindacalista , autrice con Pina Debandi del libro “Generazioni di donne” (2016) sui percorsi personali e politici di un gruppo di donne genovesi e con Eleana Marullo di “Il mosaico delle città plurale” sull’ esordio della immigrazione a Genova (2019)

Ore 15.50-16.10 Domande e contributi dal pubblico

Ore 16.10-16.30 Femminismo della terza ondata

Lidia Cirillo, scrittrice e femminista, responsabile della collana di testi femministi Quaderni Viola. Ha collaborato a numerose riviste femministe in Italia e all’estero. Autrice di numerosi saggi e libri, tra i quali “Storia delle Storie Del Femminismo” (2017) e “Se il mondo torna uomo - le donne e la regressione in Europa” (2018).

Ore 16.30-16.50 Il diritto e il rovescio - Dallo Statuto dei lavoratori al braccialetto elettronico

Loris Campetti, giornalista del “Il Manifesto”, autore di articoli di inchieste e di numerosi libri, tra i quali “Non ho l'età/ Perdere il lavoro a 50 anni" (prefazione  di Rossana Rossanda, 2015) e “ Ma come fanno gli operai/ Precarietà, solitudine, sfruttamento. Reportage da una classe fantasma" (2018).

Ore 16.50-17.20 Testimonianze di lavoro precario degli immigrati e dei riders in Italia

Ore 17.20-18.20 Interventi del pubblico

Ore 18.20-19.00 Repliche e conclusioni

Segnalazioni al tempo di COVID-19 per riflettere su quanto sta avvenendo